Poste Italiane: Pezzopane (Pd), mille lavoratori appesi a un filo, fare presto. Oltre 200 a L’Aquila

Poste Italiane: Pezzopane (Pd), mille lavoratori appesi a un filo, fare presto. Oltre 200 a L’Aquila

“Ho chiesto al ministro Patuanelli di vigilare affinché venga finalmente assegnata la gara per la gestione overtime e overflow delle chiamate del servizio clienti di Poste Italiane. Il bando scadeva il 16 settembre, ma ancora non è stato nominato un vincitore. Data l’importanza sia della committenza, parliamo di circa 45 milioni di euro, sia del numero di persone convolte, oltre mille, abbiamo chiesto a Patuanelli anche di capire quali siano le condizioni, se c’è la clausola sociale, se è stato calcolato il costo del lavoro secondo le tabelle ministeriali, se è stata prevista ogni tutela normativa e contrattuale. E infine se, vista la rischiosa situazione di Olisistem che attualmente opera per Poste a L’Aquila e Roma con 365 lavoratori, ci sia la consapevolezza dell’estrema urgenza di decisioni”.

 

Lo ha dichiarato la deputata dem Stefania Pezzopane, componente Presidenza Pd Camera, da tempo mobilitata per il rilancio del settore call center e la salvaguardia dei posti di lavoro.

 

“La risposta del ministro, il quale ha garantito la massima attenzione e il massimo impegno, – ha dichiarato l’esponente dem nella replica – mi ha soddisfatto sulla data di assegnazione che dovrebbe essere entro novembre. Sottolineo però due urgenze. La prima è vigilare, perché oltre mille lavoratori sono appesi a un filo. La seconda è di occuparsi specificatamente di Olisistem. È necessario tenere aperto il tavolo con la Olisistem al ministero, per evitare che l’aggravarsi della crisi renda la clausola sociale inapplicabile. Sarebbe una tragedia”.

 

Roma, 13 novembre 2019

Partito Democratico Dell'Aquila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *